Scottature oculari

Scottature oculari: ebbene sì, anche gli occhi si possono scottare a causa del sole. Ecco cosa fare nel caso accadesse quello che le persone comunemente chiamano “cecità da neve”, una lesione causata da una forte radiazione UV.

Perché può succedere? È semplice: normalmente, quando ci si reca in spiaggia o in piscina le persone sono di buon umore, si pensa al divertimento e a volte si dimentica di proteggersi. Ebbene, bisogna pensare anche a cosa può accadere per evitare il danno, indossando sempre un buon paio di occhiali da sole con lenti certificate per proteggersi. Ma se dovesse accadere di scottarsi, ecco cosa fare per non avere conseguenze irreparabili sulla visione.

Scottature oculari: come identificarle

Le scottature oculari possono essere confuse con altri fattori che possono irritare gli occhi: la sabbia, il vento, il sale o il cloro della piscina. Ecco perché è bene chiarire quali sono i sintomi. Questi sono dolore, lacrimazione, prurito, occhi arrossati, vista offuscata e maggiore sensibilità alla luce. 

Ovviamente, ci possono essere casi più o meno gravi. Nel peggiore di questi lo strato corneale esterno viene distrutto, esponendo le terminazioni nervose sottostanti. Talvolta si avverte la sensazione di un corpo estraneo nell’occhio, l’ammiccamento è difficoltoso e spesso doloroso.

Normalmente le scottature agli occhi non sono gravi, però se si manifestano con una certa frequenza possono portare a patologie ben più gravi come una degenerazione maculare, la sindrome cronica dell’occhio secco, o addirittura un cancro.

Come accade in montagna per il riflesso dei raggi del sole sulla neve (da qui cecità da neve) questo può accadere anche in spiaggia o in piscina, dove l’acqua riflette il 10 o 20% dei raggi UV. Il consiglio è questo: sia al mare che in montagna, o in piscina, proteggete sempre i vostri occhi con gli occhiali da sole con lenti certificate!

Come agire in caso di scottatura agli occhi

Come spesso accade, i sintomi di scottatura agli occhi non si manifestano subito, ma dalle 3 alle 12 ore successive. La prima cosa da fare in caso di dubbio è sicuramente andare a fare un controllo.

La scottatura agli occhi può essere molto dolorosa, ma normalmente si risolve in pochi giorni perché gli strati superiori della cornea hanno la capacità di rigenerarsi entro breve tempo, però è bene farsi visitare immediatamente da un medico oculista per determinare l’entità della scottatura, la causa, i sintomi. Nei casi più gravi si potrebbe arrivare alla cecità.

Il medico potrà prescrivere degli antidolorifici, gocce e antibiotici per evitare un’infezione, e un gel contenente vitamina A, utile a favorire la rigenerazione del tessuto danneggiato.

Una volta andati dal medico, si consiglia di rimanere in ambiente chiuso per aiutare gli occhi a raffreddarsi; dunque, meglio rimanere a casa per non esporsi alla luce diretta del sole. Sarà bene coprire gli occhi con un panno inumidito con acqua fredda, o una maschera o occhiali con un gel apposito, che potrebbe consigliarvi il medico o il farmacista.

Anche se provate prurito, non sfregate gli occhi! Resistete alla tentazione, o aumenterete l’arrossamento e l’irritazione.

Se portate le lenti a contatto, durante la guarigione non indossatele, preferite gli occhiali.

E ovviamente, prevenire è il consiglio migliore da dare. Un buon paio di occhiali da sole servirà a proteggersi da scottature oculari. Assicuratevi sempre che i vostri occhiali abbiano una classe di protezione almeno 3, nel caso venite a trovarci da GT OTTICA MODENA, dove i nostri esperti della visione su misura potranno consigliarvi sulle lenti migliori per voi, con una protezione completa dai raggi UV. Vi aspettiamo!

Copywriter, Web Designer, scrittrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *